copia originale - planimetria

TITOLO III - ZONA A2, CORSO GARIBALDI E AREE ADIACENTI
Descrizione sintetica e norme particolari dei comparti



Comparto 1
Edifici ad altezze molto variabili, di qualità e stato di conservazione eterogenei, con notevoli manomissioni e con presenza di due pregevoli palazzetti in corrispondenza dei due elementi di testata su Corso Garibaldi.
Si prescrivono interventi, di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare, per quanto riguarda gli edifici sul Corso dovrà considerarsi la necessità di riordinare í piani,terreni (insegne, bracci elettrici, tabelloni cc.) e di salvaguardare gli elementi volumetrici e architettonici, specialmente quelli inerenti l'edificio, in corrispondenza dei civici 14 - 18. Per quanto riguarda gli edifici retrostanti e verso valle dovranno realizzarsi interventi tendenti alla ricomposizione orginata delle volumetrie e delle finiture esterne. Può consentirsi il completamento dell'ultimo piano, con copertura a tetto, dell'edificio destinato ad attrezzatura alberghiera.

Comparto 2
Edifici ad altezze molto variabili, di qualità e stato di conservazione eterogenei, con presenza di un pregevole palazzetto su Corso Garibaldi. Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare, per quanto riguarda l'edificio sul Corso, dovrà considerarsi la necessitá di migliorare la tinteggiatura esterna e di eliminare o modificare opportunamente la vetrina del negozio realizzato al piano terreno. Per quanto riguarda gli edifici retrostanti dovranno eliminarsi le più vistose superfetazioni.

Comparto 3
Edifici ad altezze molto varìabili, di qualità e stato di conservazione eterogenei, con presenza di un pregevole palazzetto su Corso Garibaldi.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare, per quanto riguarda l'edificio sul Corso, dovrà considerarsi la necessità di riordinare il piano terreno eliminando insegno e tabelle non idonee.

Comparto 4
Edificio a 3 piani, di qualità e stato di conservazione buoni, architettonicamente importante nonostante alcune manomissioni.
Si prescrivono interventi di restauro conservativo architettonico. In particolare si prescrivono í seguenti ripristini: riapertura del finestrone centrale alla balconata; ricomposizione delle aperture ad arco (ora architravate) al piano terreno; tinteggiatura omogenea degli esterni di tutto l'edificio. Si suggerisce inoltre l'eliminazione di tabelle e insegne non idonee.


Comparto 5
Edifici ad altezze molto variabili, di qualità e stato di conservazione eterogenei, con presenza di un palazzetto su Corso Garibaldi abbastanza manomesso ma facilmente ricuperabile.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare Si prescrivono í seguenti ripristini su Corso Garibaldi: riapertura di un vano-porta murato al piano terreno; restauro della muratura e rifacimento della tinteggiatura; eliminazione di numerose tabelle e insegne non idonee.

Comparto 6
Edifici in linea, a 2 piani sul Corso, a 3 verso valle per effetto del dislivello, di qualità e stato dI conservazione eterogenei.,
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare si prescrivono: l'attenta salvaguardia, delle pregevoli balaustre e dei balconi esistenti, l'adeguamento delle tinteggiature esterno realizzate, in, tempì abbastanza recenti, particolarmente in corrispondenza dei civici 74-76; l'eliminazione o l'adeguamento di una inidonea vetrina realizzata a lato del civico 82 di Corso Garibaldi; la sistemazione del disordinato fronte retrostante, a valle, e dei suoi spazi accessori.

Comparto 7
Edifici a 2 e a, 3 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, con fronte parzialmente ristrutturato verso via Rossini.,
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici.

Comparto 8
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, con fronte parzialmente ristrutturato verso
via Rossini.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto.

Comparto 9
Edificio a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei con pregevole fronte su Corso Garibaldi e buona volumetria d'assieme. Si prescrivono interventi di restauro conservativo architettonico.

Comparto 10
Edifici a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto.

Comparto 11
Edificio ad 1 piano di qualità e stato di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione, a 2 piani fuori terra rispetto a Corso Garibaldi.

Comparto 12
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, con partì parzialmente ristrutturate.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici..

Comparto 13
Edificio a 3 piani, di qualità e stato di conservazione buoni, architettonicamente pregevole nell'insieme nonostante qualche manomissione.
Si prescrivono interventi di restauro conservativo architettonico.

Comparto 14
Edificio ad 1 piano e limitata sopraelevazione centrale, di qualità e stato di conservazione eterogenei, con presenza di elementi architettonici di qualche interesse..
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto, con possibilità di ristrutturazione a 2 piani fuori terra, restaurando 1a parte inferiore esistente (che può essere adibita a negozi) e sopraelevandola opportunamente (H max = m.7 00).

Comparto 15
Edifici a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, con presenza di elementi di pregio architettonico sul fronte di Corso Garibaldi.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto.

Comparto 16
Edifici a 2 piani di qualità e stato di conservazione, eterogenei, con presenza di elementi di pregio architettonico sul fronte di Corso Garibaldi.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto, ponendo particolarmente cura all'adeguamento delle tinteggiature del fronte di via Rossini.

Comparto 17
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione mediocri.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. Può ammettersi la ristrutturazione integrale del fronte di Corso Garibaldi purché la, realizzazione sia omogenea e contestuale, a 2 piani fuori terra (H max = m. 7.00)

Comparto 18
Edifici a 2 piani con disordinate soprelevazioni, di qualità e stato di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione a 2 piani fuori terra (H max = m. 7 00).

Comparto 19
Edifici a 2 piani con disordinate sopraelevazìoní, di qualità e stato di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione a 2 piani fuori terra (H max = m. 7 00).

Comparto 20
Edifici scolastici, di qualità e stato di conservazione mediocre.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione a 2-3 piani fuori terra (H max a. 10.00), avendo cura di migliorare le finiture esterne (intonaco tinteggiature ecc.) e di provvedere al rifacimento della copertura a tetto eliminata in epoca abbastanza recente.
Comparto 21
Edifici scolastici, di qualità e stato di conservazione mediocre.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione a 2-3 piani fuori terra (H max a. 10.00), avendo cura di migliorare le finiture esterne (intonaco tinteggiature ecc.) e di provvedere al rifacimento della copertura a tetto eliminata in epoca abbastanza recente.

Comparto 22
Edifici prevalentemente a 2 piani, di qualità e stato di conservazione mediocri.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare può ammettersi il ripristino a 2 piani fuori terra, con allineamento agli edifici limitrofi, delle parti edilizie a un piano.

Comparto 23
Edifici a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, con fronte unitario e di qualche pregio su Corso Garibaldi.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici.

Comparto 24
Edificio unitario, di qualità e stato di conservazione discreti e di notevole pregio architettonico, nonostante le numerose manomissioni.
Si prescrivono interventi di restauro conservativo architettonico avendo cura di migliorare, in particolare, le finiture esterne (tinteggiature, cornici, balaustre di coronamento, coperture con varie superfetazioni, infissi privi di persiane ecc.). Si raccomanda anche l'adeguamento delle reti esterne degli impiantì (elettrici, idrici, ecc.) che concorrono a degradare notevolmente l'aspetto generale dell'edificio.

Comparto 25
Edifici a 2 piani con parziale recente ricostruzione a 3 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei; particolarmente scadente la qualità architettoníca della parte nuova.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare si raccomanda il ripristino unitario degli edifici a 2 piani di Corso Garibaldi e l'adeguamento (specialmente nei colori e nelle altre finiture esterne, nonché l'eliminazione del torrino-stenditoio oltre il tetto) dell'edificio recente a 3 piani.

Comparto 26
Edifici a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, con presenza di pregevole palazzotto sul Corso, angolo via Poerio, sebbene in condizioni di notevole fatiscenza. Di particolare interesse le balconate e, in generale i dettagli architettonici.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. Dovrà considerarsi la necessità di eliminare alcune non idonee insegne.

Comparto 27
Chiesa della Trinità e spazi connessi di qualità e stato di conservazione buoni.
Si prescrivono interventi di restauro conservativo architettonico.

Comparto 28
Edificio unitario, di qualità e stato di consistenza generalmente buoni con pregevoli cornici e balconi.
Si prescrivono interventi di restauro restauro conservativo architettonico.

Comparto 29
Edificio a 3 piani, di qualità e stato di conservazione buoni (nonostante l'esistenza di varie manomissioni al piano
terreno) e di particolare pregio architettonico.
Si prescrivono interventi di restauro conservativo architettonico. In particolare Si raccomanda il ripristino del piano terreno con l'eliminazione di un'apertura (aggiunta) in corrispondenza del civico 85 di Corso Garibaldi e il ripristino di un'apertura (eliminata) al terzo piano del medesimo fronte.

Comparto 30
Edificio a 2 piani, di qualità e stato di conservazione discreti (nonostante qualche. manomissione, specialmente sul fronte di via Dante) abbastanza unitario, nell'insieme e di discreto pregio architettonico.
Si prescrivono interventi di restauro conservativo architettonico.

Comparto 31
Edifici a 2 e a 3 piani con parziali sopraelevazioni e rifacimenti, di qualità e stato di conservazione eterogenei. Particolarmente scadenti, dal punto di vista ambientale, le realizzazioni recenti. Si prescrivono interventi di. ripristino ambientale per singoli edifici avendo cura di migliorare, le finiture esterne delle realizzazioni recenti, specialmente quelle dell'edificio d'angolo tra via Avellana e via Trieste. Può ammettersi la ricomposizione volumetrica, a 3 piani fuori terra, di tutto il fronte su via Avellana. Particolare attenzione dovrà essere posta nella salvaguardia del pregevole edificio in angolo tra via Trieste e via Bixio.

Comparto 32
Edificio a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, abbastanza unitario architettonicamente, ma con parti in notevole stato di fatiscenza.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto. In particolare dovrà considerarsi la necessità di eliminare alcune superfetazioni (ad es. al primo piano di via Bixio) compresa la vetrina sporgente, del tutto inidonea, di un negozio su Corso Garibaldi.

Comparto 33
Edifici a 2 piani, con parziale sopraelevazione in angolo tra via Trieste e via Castelnuovo, di qualità e stato di conservazione generalmente scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare occorre considerare la necessità di ripristinare, gli elementi architettonici delle parti originariamente più pregevoli (ad es. fronte su Corso Garibaldi dove risultano alterati quasi tutti ì vani porta e finestra, la balaustra di coronamento ecc.) e adeguare le finiture a le tinteggiature esterne (ad es. fronte di via Trieste, edificio centrale di via Castelnuovo), Particolare attenzione dovrà essere posta alla sistemazione. dei cornicioni e degli altri elementi di coronamento.

Comparto 34
Edifici a 2 piani con parziali sopraelevazioni, di qualità e stato di conservazione generalmente scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare occorre considerare, la necessità di ripristinare, gli elementi architettonici delle parti originariamente più pregevoli (ad es. fronte su Corso Garibaldi, abbastanza unitario ma con varie manomissioni; edificio su via Manzoni privo del cornicione; edificio su via Filangeri con belle balaustre ma notevolmente deteriorato) e adeguare le finiture e le tinteggiature esterne (ad es. balaustre di un edificio, parzialmente ripristinato, in angolo tra via Manzoni e via Trieste; intonaci e tinteggiature su via Filangeri, via Manzoni e via Trieste). Particolare attenzione dovrà essere posta nell'eliminazione delle superfetazioni al livello delle coperture e in generale, alla sistemazione di queste ultime.

Comparto 35
Edifici a 2 e a 3 e a 4 piani con sopraelevazioni e rifacimenti di varia entità, di qualità e stato di conservazione eterogenei, migliori su Corso Garibaldi, per la presenza di un pregevole palazzetto, assai scadenti su via Tasso (angolo via Trieste), per la presenza di volumi edilizi di sostituzione, assolutamente sproporzionati e inidonei rispetto alle caratteristiche della struttura urbana.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto e per aggregazione di edifici. In particolare occorre considerare la necessità di ricomporre le volumetrie, salvaguardando accuratamente il palazzetto su Corso Garibaldi nei confronti del quale dovrà procedersi con criteri di restauro conservativo. Nel caso di ripristino unitario del comparto, con intervento contestuale su tutti gli edifici, può ammettersi la ristrutturazione integrale, a 3 piani fuori terra (H max = m. 10,00), con esclusione del palazzetto su Corso Garibaldi., NeI, caso di ripristino per aggregazione di edifici dovrà realizzarsi l'adeguamento, almeno parziale, delle partì edilizie più, recenti e scadenti che formano l'angolo tra via Trieste e via Tasso, senza nessun aumento di volumi nelle altre parti.

Comparto 36
Edifici a 2 e a 3 piani di qualità e stato di conservazione eterogenei, migliori su Corso Garibaldi per la presenza di un pregevole palazzetto, più scadenti, nelle altre Parti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare occorre considerare la necessità di ripristinare gli elementi architettonici delle parti originariamente più pregevoli (ad es. fronte su Corso Garibaldi con alterazioni di vani porta e finestre, vetrine sporgenti, balaustre sostituite, tabelle, insegne ecc.; su via Tasso scaletta aggiunta e balcone assai scadente, quest'ultimo appartenente all'edificio in angolo con via Trieste).

Comparto 37
Edifici a 2 piani, di qualità e stato di conservazione discreti per la presenza di un pregevole palazzetto adibito a sede dell'Amministrazione Comunale. Si prescrivono interventi di restauro conservativo architettonico. Iri particolare, per quanto riguarda il palazzetto, occorre ripristinare accuratamente le finiture esterne ed eliminare alcune inidonee tabelle e insegne; per quanto riguarda il retrostante edificio occorre procedere alla sua sistemazione creando un cornicione in linea con quello dell'adiacente palazzetto e una opportuna copertura a tetto.

Comparto 38
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, migliori su Corso Garibaldi per la presenza di un pregevole palazzetto, più scadenti nelle altre parti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare occorre considerare la necessità di ripristinare l'unità del fronte di Corso Garibaldi (muratura, aperture, balaustre ecc.) e migliorare il fronte molto deteriorato, di via Vittoria.

Comparto 39
Edifici a 2 e a 3 piani di qualità e stato di conservazione eterogenei, migliori su Corso Garibaldi dove prevalgono ancora gli elementi originali, più scadenti nelle altre parti a causa di varie e disordinate manomissioni.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare occorre considerare la necessità di migliorare nella volumetria e nei dettagli le parti terminali (cornicioni e tetti); di adeguare e uniformare i colori delle finiture esterne; di sostituire varie e inidonee balaustre (civici 9-11-13 di via S. Maria); di eliminare varie superfetazíoní (specialmente quelle esistenti oltre il filo dei cornicioni) nonché il volume sporgente su via Vittoria, angolo via S. Maria.

Comparto 40
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione buoni, che formano l'angolo d'innesto tra Corso Garibaldi e via Cavalier de Luca.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. Nel rispetto delle caratteristiche architettoniche è ambientale può ammettersi la ristrutturazione a 3 piani fuori terra delle partì edilizie attualmente a 2 piani.

Comparto 41
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici, nel rispetto rigoroso delle volumetrie e dei dettagli architettonici esistenti, in particolare delle pregevoli balaustre di via Ugo Bassi. Può ammettersi la sopraelevazione dell'edificio in Corrispondenza di civico 18 di via Cavalier de Luca purché in linea con il cornicione dell'edificio limitrofo in corrIspondenza del civico 12.

Comparto 42
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici.
Può ammettersi la ristrutturazione a 3 piani (H max= m.10,00) delle parti edilizie di via Cavalier de Luca.

Comparto 43
Edifici a 1 e a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, spesso scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici
Può ammettersi, la ristrutturazione a 3 piani fuori terra (H max = m. 10.00) delle partì edilizie di via Cavalier de Luca nonché la ristrutturazione a 2 piani degli edifici (attualmente molto deteriorati e ad 1 piano) di via S. Angelo.
Tali interventi specifici ed integrali sono possibili solo se realizzati contestualmente e in forma unitaria, eliminando contemporaneamente le inidonee sopraelevazioni di via Pace.

Comparto 44
Edifici a 2 e a 3 piani di qualità e stato di conservazione eterogenei, spesso scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici.
Può ammettersi la ristrutturazione a 2 piani fuori terra (rispetto a Via S. Angelo, con opportuno, raccordo rispetto a via de Luca) dei volumi edilizi che prospettano su via S. Angelo. Tale intervento, specifico ed integrale, è possibile solo se realizzato contestualmente e in forma unitaria.

Comparto 45
Edifici a 2 e a 3 piani di qualità e stato di conservazione eterogenei, spesso scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. Può ammettersi la ristrutturazione dell'edificio in corrispondenza dei civici 50-52 di via Cavalier de Luca, con allineamento all'altezza dell'edificio limitrofo (aumento in altezza di un piano) purché avvenga, contestualmente e in forma unitaria il ripristino dell'intero fronte su via Cavalier de Luca.

Comparto 46
Edifici a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, buoni su via Cavalier de Luca per la presenza di un pregevole palazzetto, assai scadenti su via S. Angelo.
Si prescrivono due tipi di interventi: di ripristino unitario per le partì edilizie di via Cavalier de Lue a e di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione per le partì edilizie di via S. Angelo. Per queste ultime, estremamente deteriorate e disordinate, può ammettersi il ripristino unitario, a 2 piani fuori terra rispetto a via S. Angelo (H max = m. 7,00), con opportuno raccordo rispetto a Vico Pascoli.

Comparto 47
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, buoni su via Cavalier de Luca per la presenza di edifici abbastanza pregevoli e unitari, assai scadenti su via S. Angelo.
Si prescrivono due tipi di interventi: di ripristino unitario per le partì edilizie di via Cavalier de Lue a e di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione per le partì edilizie di via S. Angelo. Per queste ultime, estremamente deteriorate, può ammettersi il ripristino unitario, a 2 piani fuori terra rispetto a via S. Angelo (H max = m. 7.00), con opportuno raccordo rispetto a Vico Pascoli.

Comparto 48
Edificio a 3 piani e parzialmente a 2, di buona qualità architettonica e in discreto stato di conservazione.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto.
In particolare occorre tener conto della necessità di ripristinare l'unità architettonica alterata da varie manomissioni, specialmente su via S. Angelo, e di adeguare í dettagli (balaustre scadenti, portoncini recenti ecc.).

Comparto 49
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, migliori su via Cavalier de Luca angolo via Mazzini per la presenza di un edificio unitario e architettonicamente pregevole, più scadenti su via Carducci e via S. Angelo.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In. particolare occorre considerare la necessità di migliorare í completamenti in altezza degli edifici (cornicioni, tetti, mediocri e disordinate sopraelevazioni, ecc.), di via Carducci e dell'edificio d'angolo tra via Carducci e via S. Angelo.

Comparto 50
Edifici prevalentemente a 3 piani, di qualità e stato di conservazione discreti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici

Comparto 51
Edifici prevalentemente a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici, con particolare attenzione all'edificio d'angolo tra via Mazzini e via Gannone di qualità più scadente.

Comparto 52
Edifici prevalentemente a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, migliori su via S. Angelo, più scadenti su via S. Maria.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In Particolare occorre considerare la necessità di uniformare le finiture esterne, di sostituire alcune inidonee balaustre e di realizzare cornicioni unitari.

Comparto 53
Edifici prevalentemente a 2 piani di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In Particolare occorre considerare la necessità di uniformare í colori degli edifici di via S. Maria, di elimìnare lo scadentissimo elemento edilizio ad un piano (magazzino) d'angolo con via Carducci, di migliorare la mediocre sopraelevazíone su Via Giannone.

Comparto 54
Edifici a 2 piani, abbastanza unitari, di qualità e stato di conservazione discreti nonostante alcune manomissioni su via S. Maria.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici. In, particolare occorre considerare la necessità dell'ordinato rifacimento delle coperture del fronte su via S. Maria.

Comparto 55
Edificio unitario che occupa l'intero comparto, di qualità e stato di conservazione generalmente buoni.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto con particolare attenzione al ripristino ordinato della copertura.

Comparto 56
Edificio unitario che occupa l'intero comparto, di qualità e stato di conservazione discreti nonostante alcune recenti manomissioni.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto con particolare attenzione al miglioramento qualitativo delle balaustre e dei portoncini.

Comparto 57
Edificio, ad 1 piano, che occupa l'intero comparto di qualità e stato di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione a 2 piani fuori terra (H max = m 7.00).

Comparto 58
Edifici a 2 piani, abbastanza unitari, di qualità e stato di conservazione mediocri.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto. In particolare occorre considerare la necessità di migliorare 1a scadente scala esterna su via S; Angelo nonché il fronte su via S. Maria alterato da. numerose manomissioni.

Comparto 59
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione discreti, con presenza di un pregevole palazzetto tra via Giannone, via Minerva e via S. Maria.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In Particolare, occorre considerare la necessità di operare con rigore sul palazzetto già citato e di migliorare la qualità dei rifacimenti recenti delle altre parti edilizie.

Comparto 60
Edifici prevalentemente a 2 piani, di qualità e stato di conservazione mediocri.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici. In particolare occorre considerare la necessità, di migliorare i completamenti in altezza degli edifici (cornicioni, tetti ecc.) nonché le balaustre recenti di via S. Maria.

Comparto 61
Edifici a 2 piani, che formano fronti abbastanza unitari, di qualità e stato di conservazione discreti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare dovrà considerarsi la necessità di migliorare le finiture esterne (sostituendo anche le scadenti balaustre recenti di via Giannone) nonché di operare la sistemazione del tetto e degli ambienti sottotetto dell'edificio di via S. Maria avendo come riferimento (altezze, allineamenti ecc.) l'edificio di via Giannone.

Comparto 62
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione mediocri.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici. In particolare dovrà considerarsi la necessità di migliorare le finiture esterne (colori ecc.) e le disordinate volumetrie di sopraelevazione degli edifici di via S. Maria operando, per queste ultime, tramite una sistemazione unitaria a tetto.

Comparto 63
Edifici a 1, a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione estremamente scadenti a causa di varie manomissioni recenti riguardanti anche parziali sopraelevazíonì.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici sulla base di un progetto generale che abbia come riferimento massimo di altezza il cornicione dell'edificio recente in angolo tra Via S. Maria e via Belvedere (3 piani) ed elimini tutte le altre maggiori altezze

Comparto 64
Edifici a 2 piani, di qualità e, stato di conservazione scadenti a causa di varie manomissioni.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici.
In particolare dovrà considerarsi la necessità di migliorare le finiture esterne e le disordinate volumetrie di coronamento.

Comparto 65
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione scadenti, con numerose manomissioni specialmente nelle partì di coronamento.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici. Potrà realizzarsi il ripristino integrale, a 3 piani fuori terra, dell'edificio d'angolo tra via Giannone e via Vittoria (avendo Come` riferimento in altezza l'edificio limitrofo a 3 piani) purché Si realizzino contestualmente varie opere di miglioramento qualitativo delle finiture esterne di tutto il comparto (balaustre, cornicioni unitari almeno per partì, intonaci, colori ecc.).

Comparto 66
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione scadenti, con numerose manomissioni specialmente nelle partì di coronamento.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici. In particolare dovrà considerarsi la necessità di adottare soluzioni che consentano di riordinare í volumi, le altezze, le finiture esterne (colori, balaustre, ecc.), anche con parziali aumenti di volume purché le altezze non superino í 3 piani fuori terra (H max = m. 10. 00) .

Comparto 67
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione scadenti, con numerose manomissioni specialmente nelle partì di coronamento, (cornicione, sopraelevazioni ecc.) .
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici. In particolare dovrà considerarsi la necessità di ripristinare unitariamente le coperture, í cornicioni, ì colori e le finiture esterne.
Allo scopo di eliminare il disordine attuale potranno operarsi anche limitati aumenti di volumetria

Comparto 68
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, migliori e di un certo pregio su via Giannone, più scadenti su via Petrarca.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare dovrà considerarsi la necessità di migliorare, nei dettagli e nelle finiture, la qualità architettonica dell'edificio d'angolo tra via Giannone e via Belvedere e di eliminare o adeguare la scadentissima sopraelevazione esistente su via Petrarca.

Comparto 69
Edifici a 2 e. a 3 piani, di qualità e stato di conservazione mediocri.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare dovranno adeguarsi le finiture esterne (specialmente ì colori) e la qualità di alcuni dettagli (inidonee balaustre recenti su via Giannone ecc.).

Comparto 70
Edifici che costituiscono un insieme di tre sub-comparti distinti con le lettere A, B, C.
Nel sub-comparto A, edificio unitario di qualità e stato di conservazione buoni, con limitrofo elemento edilizio ad
un piano
Si Prescrivono interventi di ripristino unitario del sub-comparto con la possibilità di portare la parte ad un piano alla stessa altezza (riprendendo il filo del cornicione) dell'edificio principale
Nel sub-comparto B, edifici a 1, a 2 a 3 piani di qualità e stato di conservazione eterogenei, migliori su largo Mercato e più disordinati verso l'interno, specialmente nelle volumetrie.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale peri singoli edifici. In particolare dovrà considerarsi la necessità di dare unità all'insieme anche con limitati aumenti di volume (ì quali dovrebbero, riguardare prevalentemente l'edificio ad un piano al civico 31 di via Castelnuovo) e di uniformare i colori, le finiture e i dettagli architettonici.
Nel sub-comparto C, un edificio di qualità e stato di conservazione buoni, con balaustre di particolare pregio.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del sub-comparto.

Comparto 71
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazíone eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare dovrà considerarsi la necessità di migliorare le finiture esterne e i cornicioni.

Comparto 72
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei, con notevoli manomissioni e rifacimenti di mediocre qualità su largo Trieste.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare dovrà considerarsi la necessità di migliorare le volumetrie e le finiture esterne (colorì, infissi, balaustre ecc.) del fronte di largo Trieste nonché i suoi risvolti sulle vie laterali.

Comparto 73
Edifici a 2 piani con parziali sopraelevazioni, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici.

Comparto 74
Edifici a 1 e a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare può ammettersi la ristrutturazione dell'edificio ad 1 piano, in corrispondenza dei civici 6 - 8 di Largo Mercato, a 2 piani fuori terra, tenendo conto delle altezze e degli allineamenti degli edifici limitrofi di via Manzoni.

Comparto 75
Edifici a 1 e a 2 piani, con sopraelevazioni, di qualità e stato di conservazione eterogenei,
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare può ammettersi la ristrutturazione dell'edificio ad 1 piano, in corrispondenza del civico 12 di via Castelnuovo, a 2 piani fuori terra, tenendo conto delle altezze e degli allineamenti degli edifici limitrofi.

Comparto 76
Edifici a 2 piani, di qualItà e stato di conservazione discreti, originali nell'insieme volumetrico e architettonico e nelle caratteristiche tipologiche. Si prescrivono interventi di restauro conservativo architettonico. In particolare dovrà eliminarsi una inidonea balaustra su via Avellana.

Comparto 77
Edifici a 2 piani, di qualità e stato di conservazione discreti, originali nell'insieme volumetrico e architettonico nonostante qualche manomissione.
Si prescrivono interventi di restauro conservativo architettonico. In particolare dovrà considerarsi la necessità di riordinare globalmente le coperture e le conseguenti volumetrie.

Comparto 78
Edifici a 2 piani di qualità e stato di conservazione discreti, originali nell'insieme volumetrico e architettonico e nelle caratteristiche tipologiche.
Si prescrivono interventi di restauro conservativo architettonico.

Comparto 79
Edifici prevalentemente a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. Può ammettersi il ripristino a due piani fuori terra dell'edificio in corrispondenza del civico 1 di via Settembrini.

Comparto 80
Edifici ad 1 piano di qualità e stato di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione, a 2 piani fuori terra (H max = m. 8.00)

Comparto 81
Edifici ad 1 e a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In Particolare può ammettersi la ristrutturazione a 2 piani fuori terra (riprendendo, le altezze è gli allineamenti degli edifici limitrofi) le partì edilizie in corrispondenza dei civici 3-5 di via Settembrini; dovrà anche considerarsi la necessità di riordinare le volumetrie e gli elementi di copertura e di finitura degli edifici.

Comparto 82
Edificio á 2 piani con adiacente elemento ad 1 piano, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. In particolare può ammettersi la ristrutturazione a 2 piani fuori terra dell'elemento edilizio in corrispondenza dei civici 13-15 di via Settembrini (riprendendo le altezze e gli allineamenti degli edifici limitrofi).

Comparto 83
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione mediocri, con fronte abbastanza unitario su via Settembrini
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici.

Comparto 84
Edifici a 2 piani, di qualità e stato di conservazione, eterogenei, abbastanza unitari nel complesso nonostante qualche
manomissione.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici.

Comparto 85
Edifici a 2, a 3 e a 4 piani, molto disordinati nelle volumetrie, con parziali sopraelevazioni, di qualità e stato di conservazione particolarmente scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione a 3 piani fuori terra (H max = 10.00)

Comparto 86
Edifici a 1, a 2 e a 3 piani di qualità e stato di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici. Può ammettersi la ristrutturazione generale dell'insieme, a 2 piani fuori terra. In particolare dovrà considerarsi la necessità di riordinare le volumetrie e di migliorare le finiture esterne (colorì, balaustre ecc.).

Comparto 87
Un solo edificio ad 1 piano con funzione precaria (locale di servizio); tutto il restante spazio è libero da edificazione.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione, a 2 piani fuori terra (H max = m. 7,00), dell'intero comparto nel rispetto delle caratteristiche edilizie e urbanistiche fissate dalle norme generali.

Comparto 88
Edifici a 2 e a 3 piani, molto disordinati nelle volumetrie, di qualità e stato di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici avendo cura di unificare le altezze (H max - m. 10.00), í cornicioni e, in generale, le finiture esterne.

Comparto 89
Edifici a 1 e a 2 piani., di qualità e stato di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione a due piani fuori
terra (H max = m. 7.00), possibilmente in forma unitaria con l'adiacente comparto 90,

Comparto 90

Edifici a 1 piano, di qualità e stato di conservazione estremamente scadenti.
Si prescrivono, interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione, a due piani fuori terra (H max = m. 7.00), possibilmente in forma unitaria con l'adiacente comparto 89.

Comparto 91
Edifici prevalentemente a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei,
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. Può ammettersi la ricostruzione a 2 piani fuori terra, con opportuno allineamento agli edifici limitrofi, delle partì edilizie a 1 piano in corrispondenza dei civici 63 di via Alighieri e 40-42 di via Settembrini.

Comparto 92
Edifici a 2 piani, di qualità e stato di conservazione mediocri.
Si Prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici.

Comparto 93
Edifici prevalentemente a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. Può amettersi la ristrutturazione a 2 piani fuori terra, con opportuno allineamento agli edifici limitrofi, della parte edilizia ad 1 piano in angolo tra via Settembrini e Via Sanzio.

Comparto 94
Edifici prevalentemente a 2 piani, di qualità e stato di conservazione, mediocri.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. Può ammettersi la ristrutturazione a 2 piani fuori terra, con opportuno allineamento agli edifici limitrofi, delle parti edilizie ad 1 piano, in angolo tra via Settembrini e via S. Rosa. In Particolare dovranno adeguarsi alle caratteristiche ambientali le finiture esterne e í colorì degli edifici di via De Sanctis.

Comparto 95
Edifici a 1 e a 2 piani, di qualità e stato di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. Può ammettersi la ristrutturazione a 2 piani
fuori terra, con opportuno allineamento agli edifici limitrofi, delle parti edilizie ad 1 piano corrispondenti al civico 83 di via Alighieri e alla parte centrale del fronte di via Settembrini.

Comparto 96
Edifici a 1, a 2, a 3 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. Può ammettersi la ristrutturazione a 2 piani fuori terra, con opportuno allineamento agli edifici limitrofi delle parti edilizie ad 1 piano con parziale sopraelevazione esistenti sa via Rossini.

Comparto 97
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato, di conservazione eterogenee.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici.

Comparto 98
Edifici a 1 e a 3 piani, di qualità e stato, di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione a 2 piani fuori terra (H max = m. 7,00)

Comparto 99
Edifici prevalentemente a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici.

Comparto 100
Edifici prevalentemente a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici.

Comparto 101
Edifici prevalentemente a 2 piani, di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici.

Comparto 102
Edifici a, 2 piani, di qualità e stato di conservazione scadenti (realizzati in anni abbastanza recenti con fondi INA
CASA), di tipologie e forme del tutto avulse dal contesto ambientale.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione a 2 piani fuori terra, occupando eventualmente l'area dell' intero comparto.
Nel caso, di semplice ripristino dovrà realizzarsi almeno il miglioramento qualitativo degli elementi edilizi e delle finiture esterne.

Comparto 103
Edifici prevalentemente a 2 piani, di qualità e stato di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici, avendo come obiettivo fondamentale la ricomposizione ordinata a 2 piani fuori terra (H max = m. 7,00), delle volumetrie.

Comparto 104
Edifici a 1 e a 2 piani di qualità e stato di conservazione mediocri.
Si prescrivono interventi di ripristino unitario del comparto o per aggregazione di edifici avendo come obiettivo fondamentale la ricomposizione ordinata, a 2 piani fuori terra (H max = m. 7,00), delle volumetrie, particolarmente di quelle inerenti il fronte di via Mascagni.

Comparto 105
Edifici a 2 e a 3 piani, di qualità e stato di conservazione mediocri.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici. Particolare attenzione dovrà essere posta alla
ricomposizione volumetrica delle parziali sopraelevazioni e degli elementi di copertura. Può ammettersi la ristrutturazione, a 3 piani fuori terra, (H max = m. 10,00) delle partì edilizie a 2 piani che formano l'angolo tra via Rossini e via Fornaciari.

Comparto 106
Edificio ad 1 piano (adibito a laboratorio artigiano con adiacente fornace), di qualità e stato di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione, a 2 piani fuori
terra (H max = m.7.00), avendo cura di sistemare anche l'adiacente area comunale.

Comparto 107
Edifici a 2 piani di qualità e stato di conservazìone generalmente mediocri, migliori su via Fornaciari, molto scadenti verso valle.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione a 2 piani fuori terra (H max = m.. 7. 00).

Comparto 108
Edificio ad 1 piano di qualità e stato di conservazione scadenti.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale con possibilità di demolizione e ricostruzione, a 2 piani fuori terra (H max = in. 7. 00).

Comparto 109
Edifici a 1 e a 2 piani di qualità e stato di conservazione eterogenei.
Si prescrivono interventi di ripristino ambientale per singoli edifici avendo come fondamentale obiettivo l'ordinata ricomposizione volumetrica dell'insieme a 2 piani fuori terra (H max = m. 7,00).