UN SOGNO LUNGO TRENT'ANNI

Il 7 Dicembre 2004 è una data storica per il nostro paese: il Presidente della Regione Puglia, Raffaele Fitto, taglia il simbolico nastro per l'inaugurazione del nuovo Presidio Sanitario di Serracapriola. Oltre al vescovo di San Severo, monsignor Michele Seccia, che ha benedetto i locali di Viale Italia, alla cerimonia erano presenti numerose autorità civili e militari.
    Il nuovo Presidio Sanitario è un po' un sogno che si realizza per Serracapriola. Un sogno iniziato quasi 30 anni fa. Per questo abbiamo voluto che a tracciarne le tappe principali fosse il primo cittadino di Serracapriola.


    E' una storia "ordinaria" quella del nuovo Presidio Sanitario (Poliambulatorio) di Serracapriola ma voglio raccontarla lo stesso anche se è un po' noiosa: ve ne chiedo scusa.
    Tutto nasce nel lontano 1976 con l'approvazione del progetto del 1° e 2° lotto di £. 97.490.000 a cui fa seguito il 3° lotto di £. 50.000.000 nel 1979, il 4° lotto nel 1982 di £. 426.000.000 ed infine il 5° lotto di £. 200.000.000 nel 1989.
    Poi l'opera resta incompleta: non ci sono più finanziamenti ai Comuni per opere sanitarie.
    La USL che ora dovrebbe completare l'opera se ne disinteressa ed i servizi sanitari continuano a stare in uno stabile concesso gratuitamente dal Comune nelle condizioni obbrobriose che tutti ricordano perché è storia di ieri.
    Il Comune prova nel 1996 a trasferire l'immobile incompleto alla USL a condizione che essa lo completi entro due anni, ma non succede nulla: la USL non si fa viva.
    Dopo una nuova faticosa trattativa la USL nel luglio del 2001 accetta di prendere in considerazione l'allestimento del nuovo Presidio Sanitario.
    La trattativa partorisce il 30 aprile 2002 un Accordo di Programma per il potenziamento e la razionalizzazione dei servizi sanitari di Serracapriola con il quale a fronte della cessione gratuita dello stabile ristrutturato e dell'autoambulanza la USL si impegna a creare nuovi servizi sanitari ed un punto di assistenza primaria 24 ore su 24.
    Intanto il Comune l'11 gennaio 2002 ha già provveduto ad approvare il progetto di circa 50.000 euro per la ristrutturazione del fabbricato, con fondi propri, i cui lavori nel giugno dello stesso anno sono già completati.
    Per inciso, nel 1998 l'Ente Locale aveva acquistato un'autoambulanza del valore di £. 92.280.000 che, era stata concessa in comodato gratuito dapprima alla "Misericordia", fin quando questa era esistita, e poi alla "OER" per il servizio di soccorso cittadino.
    Insomma, per non tediarvi ulteriormente, in data 2 aprile 2003 viene ceduto in comodato gratuito alla USL l'immobile del Presidio Sanitario restando a carico della stessa il completamento dell'impianto elettrico e di quello di riscaldamento ed il 24 settembre 2003 viene ceduta in comodato gratuito l'autoambulanza per consentire l'attivazione del servizio "118".
    Passa ancora un altro anno e mezzo ma finalmente il 17 settembre 2004 apre il nuovo Presidio Sanitario di viale Italia ed il 7 dicembre si ha l'inaugurazione ufficiale con l'intervento del Governatore della Regione Puglia, Raffaele Fitto.
    Questa la storia scarna la cui lunghezza è pari soltanto alla gioia di vedere conclusa la vicenda e la struttura aperta ai cittadini: alla fin fine l'Amministrazione Comunale ha fatto un buon lavoro.
    Oggi possiamo essere orgogliosi della nostra struttura sanitaria accogliente, funzionale, moderna con servizi efficienti per i cittadini: poliambulatorio, centro prelievi, CUP, ufficio igiene, guardia medica, servizio 118 e l'ultimo nato, il centro di riabilitazione.
    Certamente non tutto è fatto: occorre medicalizzare il "118" (cioè avere un medico di emergenza 24 ore su 24), aumentare le specialistiche (ad es. l'ortopedia e la otorinolaringoiatria), dotare il poliambulatorio di nuove strumentazioni (ad es. un ecografo), far funzionare a pieno regime il centro di riabilitazione che oggi non ha attrezzature strumentali ed ha una sola fisioterapista invece delle tre necessarie, aumentare il personale per migliorare i servizi all'utenza.
    Questo ho chiesto il giorno dell'inaugurazione al Governatore Fitto e al Direttore Generale della Azienda USL FG\1, Savino Cannone, e loro si sono impegnati ad esaudire la richiesta: mi aspetto che tengano fede all'impegno.

Michele Caccavone
Sindaco di Serracapriola


Postazione Emergenza Territoriale - 118 - Aggiornamento al 7/02/2006
L' equipe del 118
Medici Infermieri Autisti
dott. Cera Caterina
dott. Giannubilo Michele
dott. Lorusso Angelo
dott. Savino Angelo
Cacchione Rosalba
Cocumarolo Caterina
Friso Lucia
Gatta Anna
Tartaglione Doria
Ammollo Michele
Di Carlo Paolo
Leccisotti vincenzo
Orlando Giovanni
Orlando Lucia